mercoledì 4 marzo 2009

Quasi seriamente, con un cartone animato

E' da qualche tempo che penso particolarmente al potere della scrittura, alla capacità di definire il mondo e di contribuire a immaginarlo, magari attraverso un sogno, condiviso.
Bon, tagliando con la filosofia, che le occhiaie non me lo consentono, dopo una settimana passata in totale immersione nella scrittura (da cui non mi sono ancora ripresa), per articoli che avevano la data di scadenza... be', stamattina, mentre mi accingevo a inviare il tutto, con un paio di giorni di ritardo, ho trovato nella casella postale la sopresa: la proroga! ah...
- MUSIC -
Relax, don't do it, when you want to come...
Tiro un sospiro di sollievo, ma sono veramente sciancata...
Tanto che ieri, anche se non avevo ancora finito, ma non ce la facevo più, sono andata a fare due passi: qui uscendo a piedi dall'ammasso di villette ordinate e aziende del terzo settore (o anche quarto...) installate in edifici futuristici, si giunge, dopo pochi metri percorsi costeggiando la strada asfalta, alla foresta di Marly... Ho preso la strada senza uscita che porta al cimitero (e in effetti quella è proprio una via senza ritorno!) e ho trovato finalmente alberi e foglie e terra... ho respirato un po'... ma la mente è dura a distrarsi...
Così dopo un'ora, un'ora e mezza mi sono avviata al cinema locale, erano circa le 6, e nella sala con me c'era qualche coppia di anziani e qualche mamma con bambini al seguito...
sono andata a vedere un cartone animato STUPENDO.
Brendan et le Secret des Kells

Incantevole. Veramente non ho parole per definirlo. Assolutamente da vedere.
Qui c'è un trailer ma non rende l'incanto dei disegni, che riprendono le miniature medievali del Book of Kells.
Veramente un momento piacevole, pieno di significati e immagini allegoriche e una rappresentazione della natura affine alla spiritualità celtica. Bellissima colonna sonora di un gruppo irlandese (Kila).
Bellissimo.
E allora cercando immagini su internet sono piovuta su questa pagina che non c'entra niente. o forse si... del resto parla di scrittura, e tutto il film è incentrato sul libro di Kells...
Il cerchio si chiude e questa pagina anche. Fuori finalmente piove ma non fa freddo.
Voglia di dormire. O di correre sotto la pioggia, lontano dalle villette e dalle superstrade. Nella foresta.

Nessun commento: