domenica 10 gennaio 2010

Surplus

Un altro post in cui metto le mani avanti sulla presenza in questa baruffa virtuale... non è il primo, lo so. Forse è nella mia natura altalenare, forse è nella mia natura mettere troppa carne al fuoco...
Comunque, complice la connessione a internet a 56 k, il superlavoro per finire la tesi di dottorato (finire.. è un po' un eufemismo...), la fine della borsa di studio, un nuovo lavoro per le mani, la necessità di rilanciare l'attività dell'Artigiano (per cui stiamo creando un nuovo blog... a presto notizie!)...
be'... questo spazio di pensieri azzurro-verdi, a volte indaco o violetto, almeno visti dai miei occhi, sarà un po' trascurato... troppe cose, e necessità, come sempre di curare la vita in carne e ossa.

Ma la baruffa rimane, fuori e dentro la testa, e il cuore.
Del resto sono poche le persone che passano di qui, o almeno quelle che lasciano una traccia (che saluto e ringrazio!), e questo mi fa interrogare su cosa voglia io da queste pagine... forse voglio fare solo ordine, e ora sento di farlo in silenzio, o dando voce ai sogni di carne e ossa.
C'è bisogno di ritrovarsi in una spiaggia senza tempo, con un sole mite, e tanto vento, per schiarirsi le idee, rigenerarsi, e disegnare i prossimi passi, progetti e viaggi, sulla sabbia.

Poi alla fine ogni tanto scriverò, anche qui, oltre che ovunque, come sempre, almeno credo.
Nelle foto le spiagge di Cadiz.

2 commenti:

..althea officinalis.. ha detto...

beh, a me piace leggerti e seguirti, sono pochi o forse rari i blog come questi..
spero tu non abbandoni del tutto questo spazio!e spero di risentirti!
buona vita e buon lavoro

Brigantia ha detto...

Grazie mille Althea!

è nella mia natura farmi molte (forse troppe!) e anche mettere le mani avanti su quel che posso fare, o forse perché esigo anche molto da me stessa...

da un lato, vorrei che fosse più vivo nel rispecchiare i miei pensieri, soprattutto raccontare di letture, informazioni su internet, ecc. ma non ho molto tempo per queste cose adesso.

dall'altro lato sono in dubbio per una cosa: da un lato non sembra ci siano molti lettori... e mi interrogo su cosa significhi avere un blog... non so se voglio veramente dei "lettori", o se scrivo per me... forse vorrei che leggessero di più le persone che conosco in carne e ossa ...
mah... (vedi la critica al lettore sul mitico blog dei selvatici, http://selvatici.wordpress.com!)

eppure vedi, la Baruffa è sempre viva... nella testa... quindi forse questa strada è giusta!

certo che ormai mi sono affezionata a questo spazio, questo sì.

a risentirci, in qualche modo!
buon cammino anche a te!